Get Adobe Flash player

Orario s Messe SX

Orari apertura Oratorio SX

In primo piano

Prossimi appuntamenti

Domenica 05 Ottobre
FESTA DELL'ORATORIO
Domenica 05 Ottobre - 10:00
s. Messa di inizio anno Oratoriano
Lunedì 06 Ottobre - 20:45
Catechesi Adolescenti
Mercoledì 08 Ottobre - 14:30
Movimento Terza Età. S. Rosario, merenda e tombolata
Giovedì 09 Ottobre
GIORNATE EUCARISTICHE
Venerdì 10 Ottobre
GIORNATE EUCARISTICHE
Venerdì 10 Ottobre - 19:00
Pre-Ado: Pizza inizio e adorazione
Sabato 11 Ottobre
GIORNATE EUCARISTICHE
Domenica 12 Ottobre
Banchetto Equo e Solidale
Domenica 12 Ottobre
GIORNATE EUCARISTICHE
Settembre 2014
L M M G V S D
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30

Comunità Nuova

Ultimo Com Nuova

Briciole di Missione

Ultimo Briciole Missione

Letture Rito Ambrosiano

letture ambrosiano

Video

You Tube

Cerca

Statistiche sito

I Centri di Ascolto

Quando nascono e che cosa sono i “centri di ascolto”?

Innanzitutto bisogna risalire al lontano 1992 per vedere comparire sul giornale parrocchiale di Macherio “Comunità Nuova” le parole “Centri di Ascolto” e la loro relativa spiegazione.

È a fine aprile del 1992 che viene dedicata una serata alla spiegazione del significato di Missione popolare. È padre Gianfranco Barbieri dei Padri oblati missionari di Rho a spiegarne il significato: “la Missione consiste in una predicazione straordinaria non “ai lontani” ma alle comunità cristiane perché intensifichino l’approccio con la Parola di Dio e vivano una fede sempre più adulta e consapevole. Fino ad alcuni anni fa le Missioni si esaurivano in quindici giorni di intensa predicazione da parte dei Missionari; oggi hanno assunto un volto nuovo. I laici sono coinvolti in prima persona insieme ai sacerdoti come annunciatori della Parola di Dio. Sarà un vero e proprio cammino missionario comprendente momenti di preparazione, quindici giorni di predicazione straordinaria per tutte le categorie di fedeli e una continuazione, ci auguriamo duratura”.

È in questo clima di intensa preparazione alla Missione popolare del maggio 1993 che nascono i “Centri di Ascolto” e vengono così presentati:

“I laici sono chiamati a sensibilizzare l’intera Comunità, ad organizzare l’evento insieme ai sacerdoti e ad animare dei piccoli gruppi (Centri di Ascolto) di persone o famiglie che si ritrovano in punti diversi della Comunità, una volta al mese, per dialogare sulla Parola di Dio in vista di una personale conversione a Cristo e di una più genuina esperienza di Chiesa.

Il “Centro di Ascolto” ha un forte carattere educativo: deve risultare un luogo pieno di umanità e fraternità, nel quale il rispetto e la passione per la persona si manifestano nella comprensione delle altrui opinioni e mentalità, evitando assolutamente ogni polemica personale e annunciando la verità senza compromessi di sorta”.

I laici che si erano resi disponibili ad impegnarsi come “Animatori dei Centri di Ascolto” si preparono lungo tutto l’anno 1992/1993 partecipando ad una Scuola apposita che si tenne presso i Padri Missionari di Rho. In questa scuola gli animatori acquisirono una specifica preparazione ed anche un metodo di animazione, per aiutare la riflessione e l’accostamento alla Sacra Scrittura.
Il giorno 1º marzo 1993 dopo intensa preparazione iniziarono “I Centri di Ascolto”.
Oggi (2010) a distanza di molti anni, l’esperienza continua.


SCHEMA RIASSUNTIVO DEL METODO DI LETTURA

Sappiamo che il maestro interiore è lo Spirito santo il quale guida ciascuno di noi ad un approccio personale ai testi sacri.
Ma sappiamo pure che la Parola di Dio deve essere rispettata nella sua oggettività. Per questo ti proponiamo un metodo facile che vuol essere un aiuto senza la pretesa di essere l’unico o il migliore.
Esso si articola in quattro momenti:

1. OSSERVARE, ossia interrogare il testo cercando chi e che cosa, ovvero:

  • chi sono i personaggi
  • che cosa fanno
  • che cosa dicono
  • che cosa di dice di loro.

Dove e quando avvengono i fatti e pronunciati i discorsi:

  • in quale posto geografico
  • in quale situazione psicologica
  • in quale periodo della storia
  • in quale punto dello sviluppo del Vangelo.

2. INTERPRETARE, cioè capire che cosa vuole dire il brano:

  • individuare il versetto o la parola chiave
  • cogliere il tema principale del brano e il suo significato
  • dare un titolo all’intero brano.

N.B.: Talvolta è opportuno considerare anche temi secondari.

3. APPLICARE, e cioè capire che cosa Dio “mi” vuole dire:

  • il significato del brano per “me – oggi”
  • in che rapporto sta questa parola con la “mia” vita
  • che cosa in concreto Dio “mi” invita a fare.

4. LODARE E SUPPLICARE, per rispondere a Dio che “mi” ha parlato:

  • lodo per esprimere sorpresa, ammirazione, ringraziamento.
  • supplico per richiedere umilmente più luce e più forza.

N.B.:La lode e la supplica possono sostituire l’applicazione.